Magia del Natale


Vai ai contenuti

Presepe in Spagna

IL PRESEPE > Presepi in Italia e nel mondo

Gli scambi e i traffici intercorsi durante la dominazione borbonica tra Napoli e la Spagna, introdussero in quest'ultima, e specialmente nella Catalogna, la consuetudine del presepio, che fino ad allora era stato limitato alle grandi composizioni plastiche delle Chiese.figure, interamente modellate in creta, di Ramon Amadeu (1745-1821), il pi¨ grande scultore del suo tempo, fecero scuola ed influenzarono tutta l'arte presepiale posteriore: pi¨ di maniera, invece, quelle lasciateci da Francisco Salzillo, figlio di un napoletano.prima associazione di appassionati del presepio fu fondata proprio in Spagna, intorno al 1860, ma ebbe breve durata: successivamente, nel 1921, sorse a Barcellona I'Asociašion de Pesebristas, dalla quale ne sono derivate numerose altre, diffuse in tutto il paese.costruttori isolati diedero vita alla cosiddetta "scuola del gesso catalana", che ha creato autentici capolavori, rivoluzionando il secolare stile del presepio di carta e sughero, e specializzandosi nella costruzione del presepio definito "storico", quello cioŔ che mira a riprodurre, con la maggiore fedeltÓ possibile, il paesaggio, l'ambiente e i costumi della Palestina dei tempi di Ges¨.anno, nei giorni che precedono il Natale, vengono allestiti nelle maggiori cittÓ spagnole mercati di ogni genere; tradizionale anche, l'usanza dei ragazzi che girano di casa in casa con il presepio installato in una cassa, che poi scoprono, intonando le loro filastrocche, per ricevere in cambio doni e dolciumi.



Torna ai contenuti | Torna al menu
Calcolo PageRank